Itinerari MTB.

  • Itinerario: Garda, San Zeno, Bardolino

    Tipologia: Cross Country
    Difficoltà:
    Lunghezza: 42 km
    Dislivello: 1200 m

    File GPX (per il tuo GPS): scarica
    File KMZ (per Google Earth): scarica



    Il giro da me proposto e' adatto a tutti i tipi di bikers. Percorso che si puo' affrontare anche con mountainbike front.
    Questo giro parte da Garda. Scendendo da Costermano, poco prima dell'ultima rotonda prima di incrociare la gardesana, sulla destra troviamo un parcheggio gratuito. Partiamo da qui. Si scende verso il lungolago e da qui si prosegue andando a sfiorare l'acqua del lago. Proseguendo sulla ghiaia della riva si arriva ad una svolta secca a destra dove il rampichino ci dara' una mano a risalire fino a tornare sulla gardesana. Fortunatamente dopo circa 200 metri lasciamo la gardesana e prendiamo a destra l'evidente sentiero sterrato che sale. Teniamo sempre il sentiero contrassegnato con le tabelle “graffiti” e proseguiamo su largo sentiero battuto. Il Monte Pizzocolo si fa vedere dall'altra sponda del lago e arriviamo al punto panoramico sopra Punta San Vigilio. Continuiamo sul nostro divertente percorso, un mangia e bevi continuo alle volte sterrato e alle volte asfaltato, passando per frazioni molto carine. Proseguiamo notiamo sulla nostra sinistra Torri del Benaco e il lago che continua ad accompagnarci. Le tabelle ora cambiano e seguiamo il Sentiero del Pellegrino. Su questo sentiero abbiamo solo un piccolo tratto da affrontare a piedi, circa 200 metri tra salita e tratto pianeggiante. Continuiamo sul sentiero che diventa un bellissimo singletrack dapprima tra le terrazze di ulivi e poi nel bosco. Questo tratto e' molto divertente. In caso di terreno bagnato prestare attenzione ai due punti con le pietre lisce. Giunti nelle vicinanze di Crero giriamo a destra seguendo le tabelle “Giro del Crero” salendo decisamente verso la localita' Spighetta. Qualche strappo che mettera' a dura prova le nostre gambe sia su asfalto che su strada sterrata ci portera' a fiancheggiare Albisano e fare una breve discesa veloce. Risaliamo nel bosco fino a trovare l'asfalto a circa 2 km da San Zeno. Saliamo su strada asfaltata non troppo pendente fino ad arrivare in centro del paese (attenzione al punto panoramico a sinistra). Sulla destra la pasticceria Dolce Vita merita una sosta per un dolcetto. Saliamo ancora su asfalto fino ad arrivare alla splendida pineta Sperane. Il sentiero e' subito largo in leggera discesa, poi qualche mangia e bevi un po' piu' tecnico per trasformarsi poi in una discesa veloce e flow con qualche punto divertente passando su sassi e radici. Si svolta decisamente a sinistra lasciando il sentiero nel bosco per buttarsi in un singletrack tecnico e molto stretto. Qui bisogna stare attenti alle pietre che possono trasformare questa discesa divertentissima se fatta con terreno asciutto, in una trappola pericolosa se affrontata bagnata. Continuiamo in discesa veloce e sconnessa per tornare in un breve tratto di singletrack poco visibile. Si arriva cosi' in un bellissimo punto panoramico tra gli ulivi con il lago davanti a noi. Procediamo su largo sentiero fino ad arrivare a Castion. Un brevissimo tratto asfaltato ci portera' fino a girare a sinistra in un campo e a salire a Campagnola. Passeremo nel campo da golf e poi via verso la valle dei mulini. I ponti in muratura affrontati in discesa ci permettono di prendere il volo. Attenzione in caso di temperature rigide perche' si possono formare lastre di ghiaccio. Attraversiamo la strada e cominciamo la scalata verso la Rocca di Garda con pendenze che arrivano anche al 22%. Arrivati in cima alla sbarra giriamo a destra costeggiando il ristorante e passando attraverso gli ulivi ci avviciniamo alla Rocca. Appena incrociamo l'asfalto teniamo la destra nell'evidente sentiero nel bosco. Qui vari bivi possono trarci in inganno. Seguiamo la traccia e, con un'ultimo strappo finale, giungiamo in cima. Da qui una discesa un po tecnica ma neanche troppo ci porta in brevissimo tempo in prossimita' di Bardolino. Attraversiamo la Gardesana e prendiamo il sentiero ciclabile che ci porta sul lungolago. Qui prestiamo attenzione: le biciclette devono procedere a passo d'uomo... quindi.. gustatevi il panorama, ammirate il lago e sentitene il profumo. Se poi avete tempo.. rimanete fino al tramonto... ne vale la pena....

    Scritto da Gianluca

 

Commenti (8) - Aggiungi un commento

Nome:

Commento:

Verifica Anti Spam:



  • Daniele - 23/06/2016
    Fatta il 21/6/16 traccia praticamente perfetta,riassunto meticoloso gran bel giro,DA FARE ❗️❗️❗️

  • Lollo - 26/06/2014 - 25/06/2014
    Giro fatto una bella domenica di giugno.Sicuramente bello e divertente, ma forse per mia inesperienza col Gps, spesso mi è capitato di perdermi e dover tornare indietro per imprecisione di traccia. Ho dovuto diverse volte scendere dalla bici e procedere a piedi sia in salita che in discesa, il sentiero ero davvero troppo sporco e pericoloso. Ripeto percorso bello, in mezzo alla natura, ma lo consiglio per chi è allenato ed ha comunque un minimo di esperienza tecnica.., molto meglio affrontarlo con una full.

  • Daniele - 15/06/2014
    Ragazzi,mi stò avvicinando adesso al mondo mtb,ma la cavicchio con il controllo del mezzo:dite che è fattibile!?Gamba ne ho e anche allenamento!Una curiosità:dove posso sfruttare la traccia x usare goggle maps dello smartphone!?

  • francesco - 26/05/2014
    Fatto ieri con la mia ragazza io con una rigida e lei con una front, tutto pedalabile tranne due pezzettini in salita fatti a piedi ma molto corti!é proprio un bel giro siaper paesaggi che per tranquillità, non abbiamo inceociato nessuno salvo due escursionisti a piedi#complimenti a chi ha registrato la traccia

  • pesca - 03/03/2014
    consiglio il giro proposto. bellissimo, mai banale, completo di parti tecniche e goduria pura nel guidare la bici consigliato. con la traccia gps non ci sono problemi

  • Jurido - 16/08/2013
    Provato oggi con la morosa. Direi che , è divertente , con asciutto ancora di più. Però...se ci fossero più indicazione sul percorso , perché , per i primi 10/15 km , ci si trova , però poi...più nulla . Ma , da puntualizzare una semplice cosa , quella che , alcuni sentieri , non erano per nulla puliti .

  • CiccioPelo - 07/07/2013
    Fatto oggi pomeriggio: percorso divertentissimo! Specialmente la discesa dalla pineta di san zeno, impagabile!

  • Alessandro - 13/05/2013
    giro fatto ieri con Davide, molto bello. peccato solo per le discese un po scivolose nel bosco (ha piovuto nei giorni scorsi) e peccato anche per qualche ostacolo messo dai cacciatori sul percorso che ci ha obbligati al "ravanage" per ritrovare la traccia... grazie per aver condiviso questo itinerario.